GAVISCON BRUCIORE E INDIGESTIONE 24 BUSTINE Ingrandisci
Farmacia verificata

GAVISCON BRUCIORE E INDIGESTIONE 24 BUSTINE

041545031

Trattamento dei sintomi del reflusso gastro-esofageo correlati all’acidità, quali rigurgito acido, pirosi e indigestione, ad esempio dopo i pasti o durante la gravidanza.

Maggiori dettagli

Maggiori informazioni

Spedizione gratuita se spendi almeno 39,90 €
Pagamenti sicuri con carta o paypal
Puoi pagare alla consegna
Puoi pagare con bonifico

Questo prodotto non è più disponibile

10,99 €

Maggiori informazioni

Gaviscon Bruciore e Indigestione

Confezione

24 bustine.

Categoria farmacoterapeutica

Farmaci per il trattamento di ulcera peptica e della malattia da reflusso gastroesofageo.

Principi attivi

Sodio alginato 500 mg, sodio bicarbonato 213 mg e calcio carbonato 325 mg.

Eccipienti

Carbomero 974P; metile paraidrossibenzoato (E218); propile paraidrossibenzoato (E216); saccarina sodica; aroma menta; sodio idrossido; acqua depurata.

Indicazioni

Trattamento dei sintomi del reflusso gastro-esofageo correlati all’acidità, quali rigurgito acido, pirosi e indigestione, ad esempio dopo i pasti o durante la gravidanza.

Controindicazioni/effetti secondari

Ipersensibilità nota o sospetta ai principi attivi o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

Posologia

Per somministrazione orale. Adulti e bambini da 12 anni in su: 10-20 ml (da 1 a 2 bustine) dopo i pasti e la sera prima di andare a letto, fino a quattro volte a giorno. Bambini al di sotto dei 12 anni: deve essere somministrato solo su consiglio medico. Anziani: non è necessario modificare le dosi per questa fascia d’età.

Conservazione

Non conservare a temperatura superiore ai 30 gradi C. Non refrigerare o congelare.

Avvertenze

Ogni dose da 10 ml (1 bustina) presenta un contenuto di sodio pari a 127.25 mg (5.53 mmoli). Ciò deve essere tenuto in considerazione nei casi in cui è raccomandata una dieta particolarmente povera di sale, ad esempio in alcuni casi di insufficienza cardiaca congestizia e compromissione renale. Ogni dose da 10 ml (1 bustina) contiene 130 mg (3.25 mmoli) di calcio. Si deve prestare attenzione nel trattare pazienti affetti da ipercalcemia, nefrocalcinosi e calcoli renali recidivanti contenenti calcio. Se i sintomi non migliorano dopo sette giorni, il quadro clinico deve essere rivalutato. Contiene metile paraidrossibenzoato (E218) e propile paraidrossibenzoato (E216), che possono causare reazioni allergiche (anche ritardate). L'uso prolungato dovrebbe essere evitato. Così come per altri prodotti medicinali antiacido, l'assunzione del medicinale può mascherare i sintomi di altre patologie pre-esistenti più gravi. Il farmaco non deve essere usato nei seguenti casi: pazienti con grave compromissione della funzionalità renale/ insufficienza renale; pazienti con ipofosfatemia. Vi è possibilità di ridotta efficacia nei pazienti con livelli molto bassi di acido gastrico. Vi è un aumento del rischio di ipernatremia nei bambini con gastroenteriti o sospetta insufficienza renale. Il trattamento di bambini di età inferiore ai 12 anni non è generalmente raccomandato, salvo prescrizione medica.

Interazioni

A causa della presenza di calcio carbonato che agisce come un antiacido, è necessario considerare un intervallo di tempo di due ore dall'assunzione del farmaco e la somministrazione di altri prodotti medicinali, soprattutto antistaminici-antiH2, tetracicline, digossina, fluorochinoloni, sali di ferro, ketoconazolo, neurolettici, tirosina, penicillamina, beta-bloccanti (atenonolo, metoprololo, propanololo), glucocorticoidi, clorochina e bifosfonati).

Effetti indesiderati

Molto raramente (<1/10.000) i pazienti sensibili ai componenti del medicinale possono sviluppare manifestazioni allergiche, quali orticaria o broncospasmo, reazioni anafilattiche o anafilattoidi, dolore addominale, eruzione cutanea pruriginosa, diarrea, nausea e vomito. L'ingestione di grandi quantità di calcio carbonato può causare alcalosi, ipercalcemia, ritorno acido, sindrome latte-alcali o costipazione. Questi sintomi si verificano normalmente a seguito di assunzione di dosi superiori rispetto alla dose raccomandata.

Gravidanza e allattamento

Studi controllati in aperto su 281 donne in gravidanza non hanno dimostrato alcun effetto indesiderato significativo del medicinale sul decorso della gravidanza o sullo stato di salute del feto/neonato. Sulla base di questa e di precedenti esperienze, il medicinale può essere utilizzato durante la gravidanza e l'allattamento. Tuttavia, in considerazione della presenza di calcio carbonato, si raccomanda di limitare il più possibile la durata del trattamento. Indagini pre-cliniche sugli animali hanno rilevato che l'alginato non ha effetto negativo sulla fertilità' della generazione parentale e della prole o sulla riproduzione. I dati clinici non suggeriscono che il farmaco possa avere un effetto sulla fertilità nell'uomo.

 

Recensioni verificate Feedaty

Nessuna recensione presente

I clienti che hanno acquistato questo prodotto hanno comprato anche:

Unione Europea

Regimi di aiuti DE Minimis per l'innovazione organizzativa, di processo e di prodotto, mediante nuove tecnologie dell'informazione.

Progetto cofinanziato dall'Unione Europea POR Campania FESR 2007-2013 O.O. 5.2

Ministero della Salute Regione Campania

www.purefarma.it | Made with by 2cWebLab

Payment